Massimiliano Arena, “Io, Avvocato di Strada”, Baldini + Castoldi

io-avvocato-di-strada-arena.jpg

Le storie raccontate da Massimiliano Arena, nel suo ultimo lavoro "Avvocato di Strada" sono vere, verificabili e note, poiché raccolte dall’autore presso la stazione ferroviaria di Foggia dove gli avvocati di strada prestano la loro opera, in cui gli ultimi tra gli ultimi si mettono in fila e aspettano pazienti il loro turno, durante il quale trovano qualcuno che gratuitamente li conforta e li aiuta a risolvere i guai che la vita ha presentato loro.

L’autore, avvocato divorzista e fondatore della community online Sliding Life, ha affinato la sua esperienza come difensore degli emarginati anche nel terzo mondo: tra i vari progetti, nel 2010 in Bolivia tra i giovani poveri; nel 2011 in Guinea Bissau per una casa di accoglienza per orfani. In Italia è stato giudice onorario presso il Tribunale dei Minorenni di Bari e garante per l’Infanzia e l’Adolescenza per la Provincia di Foggia. In questo libro Arena mette tutti noi di fronte alla disumana realtà che vivono i poveri e gli sfruttati delle campagne pugliesi, oltre agli immigrati senza documenti e alle molte persone con passati di umiliazione e dolore. A ognuno di loro, nello studio di Foggia, vengono restituite la speranza e una nuova prospettiva di vita dagli angeli che se ne occupano, e il lettore di questo libro si sente coinvolto in prima persona in tutti gli accadimenti narrati, poiché le persone descritte appaiono vicine come se chi legge le conoscesse da sempre. Domenico Iannacone redige la prefazione di "Avvocato di Strada" e definisce l’operato dell’autore, con sintesi sapiente, un “immenso sforzo etico di alfabetizzazione della dignità”.

 

Copyright © 2018, ReMida Editrice Giuridica S.r.l., Viale Michelangelo 33, 80129 Napoli (NA) - C.F. e P.I. 04148610167 - REA NA-991757- Capitale sociale 10.000,00 i.v.