Il progetto "Hammurabi"

“Se un uomo desidera separarsi da una donna che gli ha partorito dei figli, o da sua moglie che gli ha partorito dei figli allora egli restituirà a quella donna la sua dote ed una parte dell’usufrutto del campo, del giardino e della proprietà, in modo che ella possa prendersi cura dei figli.

Quando ella avrà fatto crescere i suoi figli, una porzione di tutto ciò che è dato ai figli, pari a quanto è dato ad uno di loro, sarà dato a lei. Ella può allora sposare l’uomo del suo cuore.“

1750 a.C. Regola 137, Divorzio e mantenimento di moglie e figli

Dal codice babilonese al codice digitale del terzo millennio

Ben 4000 anni fa il Codice Hammurabi, prima raccolta organica di leggi in epoca storica (la stele di pietra nera, su cui sono incise 282 regole in caratteri cuneiformi, si trova al Louvre), aveva disciplinato in maniera organica anche la materia del mantenimento per la moglie ed i figli. Prevedeva una regola uniforme sia per i figli nati nel matrimonio che per i figli da un’unione non matrimoniale. Sanciva un obbligo di accudimento dei figli da parte della madre separata (fino al termine dell'allevamento) ed uno specifico obbligo di loro mantenimento a carico del padre. Infine prevedeva una elargizione (una sorta di una tantum) a favore della madre di una porzione di patrimonio pari a quella data a ciascuno dei figli.

La misurazione nel codice babilonese

Il calcolo degli assegni di mantenimento nel terzo millennio
La precisione delle regole e la indicazione di un criterio aritmetico di ripartizione delle elargizioni del padre, con una modalità di misurazione proporzionale, costituiscono un tecnica di computo che fa parte di un patrimonio culturale storico e millenario; in questa era digitale, l'utilizzazione dello strumento informatico consente di calcolare, in maniera equilibrata e analitica, i corretti criteri di ripartizione dei redditi e dei patrimoni

Eventi e presentazioni

Gli "eventi Hammurabi" e la misura dei fenomeni giuridici
La riscoperta della straordinaria attualità delle antiche regole del Codice di Hammurabi, ha portato la società Re Mida Editrice Giuridica a denominare gli eventi di presentazione e di dimostrazioni del programma ReMida Famiglia come "eventi Hammurabi", con una decisa caratterizzazione culturale improntata alla misurazione, in termini, quantitativi, dei fenomeni giuridici.
Gli alimonia: dal Codice Hammurabi al codice binario
Remida Famiglia®, il software per il calcolo degli assegni di mantenimento nell' era digitale

Copyright © 2018, ReMida Editrice Giuridica S.r.l., Viale Michelangelo 33, 80129 Napoli (NA) - C.F. e P.I. 04148610167 - REA NA-991757- Capitale sociale 10.000,00 i.v.